Posta Elettronica Certificata
protocollo@pec.comune.gardonevaltrompia.bs.it
Accedi
  • contrsto
  • normale
  • grande
37

Home / Storia e Cultura / Personaggi gardonesi e visitatori illustri / Lazzarino Cominazzo (Gardone, 1580 ca. – 1641)

Lazzarino Cominazzo (Gardone, 1580 ca. – 1641)

Un’archibugiata sparata da Angelo Chinelli per vendetta, come hanno ormai accertato lunghe e complesse ricerche archivistiche, la sera del 21 agosto 1641, pone fine alla vita e all’opera del più grande armaiolo del tempo, l’artefice delle pregiatissime canne che da lui prendono il nome e che hanno fatto assurgere la sua fama, e quella della produzione d’armi gardonese, a livello mondiale.

Lazzarino Cominazzo (Gardone, 1580 ca. – 1641)

Appartenente alla nota stirpe di armaioli, con tecnica eccelsa seppe affinare la fabbricazione delle “lazzarine” a tal punto da renderle mercato di falsi in oriente ed occidente e da renderle oggi contese da tutti i musei d’armi del mondo.

Citta' di Gardone Valtrompia 2018-05-25
  1. Home
  2. Storia e Cultura
  3. Personaggi gardonesi e visitatori illustri
  4. Lazzarino Cominazzo (Gardone, 1580 ca. – 1641)