Calendario degli Eventi

Quelli che… Racconti di un grande umorista da non dimenticare
 Evento del 15-giu-21   - Orario: 21.00


Presentazione del libro di Beppe Viola
Con Marina Viola e brani di Enzo Jannacci e Beppe Viola eseguiti dal vivo dal cantautore Claudio Sanfilippo

Mio padre ha fatto di tutto per non diventare adulto. Forse rimanere un ragazzone poteva essere un’ottima scusa per nutrire il suo piacere di osservare, di stare con gli amici, bere vino nelle cantine della mala milanese, giocare a carte, e soprattutto sentirsi libero di fare quello che voleva. Chissà, se avesse fatto carriera alla RAI, se avesse vinto ai cavalli, se fosse stato magro, bilingue e ricco, forse i suoi scritti sarebbero stati diversi, meno pungenti, meno spontanei.” Marina Viola

Cronista sportivo, paroliere, sceneggiatore, Beppe Viola se n’è andato a 43 anni in una domenica di ottobre del 1982, appena dopo un Inter-Napoli che aveva commentato per Novantesimo Minuto.

A quasi quarant’anni dalla prematura scomparsa, il libro più sincero, caustico, irriverente, commovente di un maestro dell’umorismo e del giornalismo italiano.

 

Evento realizzato in collaborazione con l'Associazione Amici della biblioteca.

Per prenotare, chiama in Biblioteca - 030.5782392

 
Luogo Villa Mutti Bernardelli (Via XX settembre, 31) - In caso di pioggia l'evento si terrà presso il Cinema Teatro di Inzino (Via Volta, 16)
Maggiori informazioni Biblioteca - 030.5782392
Files allegati

Immagini dell'evento

Altri eventi correlati

 03-ago-21   - Orario: 21.00
Tributo a Fabrizio De Andrè
 27-lug-21   - Orario: 21.00
Seconda Brèssanova
 22-lug-21   - Orario: 21.00
Laboratorio di circo teatro e spettacolo "Il sarto delle parole"
 14-lug-21   - Orario: 21.00
Village H – Duo acustico

 29-giu-21   - Orario: 21.15
Cinema in Villa
 24-giu-21   - Orario: 21.15
Donne: lo sguardo, le storie
 25-giu-21   - Orario: 21.00
Il capitale amoroso
 23-giu-21   - Orario: 20.00
Open Galà

 17-giu-21   - Orario: 21.15
Storie del bosco
 14-giu-21   - Orario: 21.00
Dirsi addio ingannando l’oblio